Cosa fare oggi a Madrid gratis – 2023

0
(0)

Questo elenco di luoghi da visitare a Madrid delizierà i turisti poiché la capitale della Spagna offre una ricchezza culturale e storica degna delle più grandi capitali europee.

Se ti stai chiedendo,Cosa fare oggi a Madrid gratuitamente? sei arrivato nel posto ideale.

Nonostante Madrid sia una delle città più grandi e visitate d'Europa, la capitale spagnola è una città relativamente economica rispetto ad altre capitali europee come Roma, Londra o Parigi.

Per fortuna ce ne sono molti attività gratuite, mostre ed eventi durante l'anno. Per non parlare dei musei e dei monumenti che offrono opzioni di ingresso gratuito. In realtà ci sono molte opzioni cose gratis da fare a Madrid.

→ Cosa fare oggi a Barcellona gratis: la guida completa 2023

Ho fatto un riassunto di cose gratis da fare a Madrid per aiutarti a esplorare la città nel modo più economico possibile.

Continua a leggere per scoprire i migliori piani per goderti Madrid gratis o a prezzi molto convenienti! 😉

Guida definitiva: cose gratis da fare a Madrid

I migliori musei gratuiti di Madrid

Ingresso gratuito al Museo del Prado

Il Museo del Prado ospita uno dei migliori collezioni di pittura del mondo compilato dai re spagnoli nel corso dei secoli.

Questo museo ospita non solo opere dei migliori pittori spagnoli come Diego de Velázquez, Francisco de Goya e Murillo, ma anche opere di grandi artisti europei come Rubens, Rembrandt e Van Gogh.

Ma c'è un dipinto che si distingue dagli altri, «Las Meninasdi Diego Velázquez. Questo 17- è diventato una vera icona della cultura spagnola da non perdere.

In totale, il Museo del Prado espone più di 1.000 opere. Pertanto, visitare l'intero museo in un giorno può essere davvero un'impresa impossibile. Ti consigliamo di dare la priorità a quali pittori o stili vuoi vedere, altrimenti finirai mentalmente esausto.

IL MIO CONSIGLIO LOCALE Se non sai come organizzare la tua visita al Museo del Prado, ti consigliamo di prendere una mappa gratuita all'ingresso.

Questa mappa mostra i capolavori più importanti (50 opere in totale) e come raggiungerli. In questo modo impiegherete circa 2 ore per visitare le opere più importanti del Museo del Prado.

Durante il periodo di ingresso gratuito Puoi visitare solo la mostra permanente. Per le mostre temporanee è necessario acquistare il biglietto. Qui abbiamo la prima opzione su cosa fare oggi a Madrid gratuitamente.

-Prezzo: Il prezzo d'ingresso al Museo del Prado è di 15 euro.

-L'ingresso è gratuito al Museo del Prado di Madrid: Puoi goderti totalmente una delle migliori gallerie d'arte del mondo libero ogni giorno da allora dalle 18:00 alle 20:00 (domenica: dalle 17:00 alle 19:00).

Ti consigliamo di arrivare con circa 40 minuti di anticipo per fare la fila. (L'ingresso è libero in qualsiasi momento per bambini e ragazzi sotto i 18 anni).

-Indirizzo: Paseo del Prado s/n

-Stazione metro più vicina: Banca di Spagna (linea 2)

 

cosa fare oggi a madrid gratis

 

Cosa fare oggi a Madrid gratuitamente – Il Museo del Prado offre l'ingresso gratuito tutti i giorni durante le ultime due ore di apertura. C'è solo un piccolo inconveniente, le code per entrare sono molto lunghe, quindi vi consigliamo di arrivare 30-40 minuti prima.

Guarda questo interessante video di un tour di Madrid:

Ingresso gratuito al Museo Reina Sofía

Per quanto riguarda l'arte moderna, a Madrid puoi goderti grandi musei e gallerie d'arte. Tuttavia, la mecca dell'arte contemporanea a Madrid è il Museo Reina Sofía, che è considerato uno dei I migliori musei d'arte moderna d'Europa.

Il Museo comprende opere di artisti famosi come Joan Miró, Juan Gris, Picasso e Henry Moore. Ma senza dubbio l'opera più famosa è «Guernica» (Pablo Picasso) raffigurante il bombardamento della città basca di Guernica nel 1936.

Il Museo Reina Sofía ospita anche una vasta collezione dei dipinti più famosi di Salvador Dalí, come "Il grande masturbatore" e "Giovane donna alla finestra".

→ Ciudad más poblada del mundo 2022

Sebbene la maggior parte dell'opera di Francisco de Goya sia esposta nel Museo del Prado, il Museo Reina Sofía contiene anche una serie di interessanti incisioni essenziali per comprendere meglio Goya («Capricci" y "I disastri della guerra«).

-Prezzo €10

-Ingresso gratuito al Museo Reina Sofia di Madrid: L'ingresso è gratuito per i visitatori tutti i giorni dalle 19:00 alle 21:00 (domenica: dalle 13:30 alle 19:00).

-Stazione metro più vicina: Stazione dell'Arte (linea 1)

-Indirizzo: Calle Santa Isabel, 52

 

Musei gratuiti a Madrid

Cosa fare oggi a Madrid gratuitamente - Museo Reina Sofia. Questo museo delizierà gli amanti dell'arte moderna.

 

Museo Thyssen Bornemisza

Madrid ha il privilegio di ospitare uno dei migliori collezioni d'arte private nel mondo grazie al Museo Thyssen Bornemisza. Inaugurato nel 1992, questo museo è venuto a completare la fantastica collezione del Museo del Prado.

La collezione d'arte di questo museo è di proprietà della famiglia Thyssen, una ricca famiglia di uomini d'affari tedeschi.

In questo museo si possono ammirare più di 1.000 opere d'arte di diversi periodi che vanno dagli anni '40 alla fine degli anni '20 con particolare attenzione ai grandi pittori europei come Jan van Eyck, Rembrandt e Monet.

La posizione del museo non può essere migliore, poiché è molto vicino al Museo del Prado. Questi due musei, insieme al Museo Reina Sofía, costituiscono quello che è popolarmente noto come il «Triangolo artistico» (Il triangolo d'oro dell'arte).

-Prezzo: L'ingresso al Museo Thyssen Bornemisza costa 12 euro.

-Ingresso gratuito Museo Thyssen Madrid: Lunedì dalle 12:00 alle 16:00.

-Stazione metro più vicina: Banca di Spagna (linea 2)

-Indirizzo: Paseo del Prado, 8

 

Ingresso gratuito al Museo Archeologico Nazionale

Continuiamo con i musei gratuiti di Madrid e con cose gratis da fare a Madrid. Se sei un appassionato di storia come noi, non vorrai perderti questo fantastico museo.

Il nostro Paese si trova tra l'Africa e l'Europa e le sue coste sono bagnate dall'Oceano Atlantico e dal Mar Mediterraneo. Data questa posizione strategica, la Penisola Iberica è stata abitata da innumerevoli civiltà: Fenici, Greci, Romani, Cartaginesi, Musulmani, Ebrei, Cristiani, ecc.

Tutti loro hanno lasciato la loro eredità, rendendo la Spagna un vero crogiolo di culture.

I 4 piani del Museo Archeologico Nazionale offrono un'esperienza emozionante viaggio attraverso la storia della Spagnadalla civiltà iberica (prima dell'arrivo dei romani) all'età moderna.

Particolarmente interessanti sono le aree del museo dedicate all'epoca musulmana e all'eredità romana in Spagna.

Non aspettarti un museo deprimente e noioso. Il Museo Archeologico Nazionale di Madrid offre un'esperienza davvero interattiva. Ci sono video esplicativi e repliche di oggetti che puoi vedere da vicino, persino toccarli. I tuoi bambini lo adoreranno!

Senza dubbio, il fiore all'occhiello di questo museo è «La signora di Elche«, una scultura funeraria di oltre 2000 anni che apparteneva alla civiltà iberica. Questa misteriosa scultura, perfettamente conservata, è diventata un'icona della cultura spagnola.

Un altro dei pezzi più visitati del museo è il «Tesoro di Guarrazar«, una collezione di corone e croci d'oro ornate di zaffiri, perle e pietre preziose.

Questo tesoro apparteneva ai re visigoti Recceswinth e Suintila (VII secolo) e fu salvato dal saccheggio da parte dei musulmani grazie al fatto che fu nascosto da un religioso visigoto.

IL MIO CONSIGLIO LOCALE Non lasciare il museo senza aver visitato la riproduzione della Cueva de Altamira. Questa grotta si trova in Cantabria (nel nord della Spagna) e le sue pitture rupestri (immagini in ocra e carboncino di impronte di mani, bisonti e cavalli) risalgono a più di 35.000 anni fa!

Secondo gli esperti, le pitture rupestri di Altamira sono tra le meglio conservate al mondo. Certo, la grotta originale è molto più grande, ma la riproduzione da Madrid è sorprendente e permette di ammirare i dipinti più importanti.

-Prezzo L'ingresso al museo costa 3 euro.

-Ingresso gratuito al Museo Archeologico Nazionale di Madrid: sabato dalle 14:00 alle 20:00 e domenica dalle 9:30 alle 15:00

-Stazione della metropolitana più vicina Due punti (riga 4)

-Indirizzo: Via Serrano, 13

 

Cose da fare gratis a Madrid Museo Archeologico di Madrid

Cosa fare oggi a Madrid gratuitamente – Se visiti il Museo Archeologico Nazionale, non perderti la misteriosa Signora di Elche.

 

Casa di Lope de Vega, cosa fare oggi a Madrid gratis

Nei secoli XVI e XVII lo sviluppo culturale della Spagna raggiunse un livello mai immaginato; La produzione letteraria era prolifica, le università spagnole erano tra le migliori in Europa e i progressi scientifici spagnoli hanno sorpreso il mondo.

L'ammirazione della nobiltà e dell'aristocrazia europea era evidente; imitavano persino il modo di vestire spagnolo e divoravano le opere degli autori spagnoli.

Ad esempio, il filosofo e storico francese Hippolyte Taine ha detto "C'è stato un momento culminante nella storia dell'umanità, in Spagna, tra il XVI e il XVII secolo«.

Se c'è una persona che rappresenta questo periodo di splendore culturale, è il grande Lope de Vega. Per molti che non parlano spagnolo, Lope de Vega è completamente sconosciuto.

Tuttavia, fu l'autore più importante del suo tempo (XVII secolo). Infatti, è ancora considerato uno dei più grandi geni letterari della storia.

In totale, si stima che Lope de Vega abbia scritto circa 1.500 opere, tra cui opere leggendarie come «Il cane nella mangiatoia", "fuenteovejuna" O "Il Cavaliere di Olmdeo«.

Se sei interessato a saperne di più su Lope de Vega, puoi visitare il suo casa originale situato nel cuore di Madrid. Lope de Vega visse qui per 25 anni fino alla sua morte nel 1635.

All'interno della casa scoprirai innumerevoli dettagli sulla sua vita quotidiana, le sue stanze private e persino il bellissimo patio dove Lope de Vega si rilassava e cercava ispirazione per le sue opere. Una visita imprescindibile per tutti gli amanti della cultura e della letteratura.

Importante! Per visitare l'interno della casa di Lope de Vega è necessario prenotare in anticipo (visite disponibili in spagnolo, inglese, italiano e francese).

Escribe un correo electrónico a [email protected] y reserva tus plazas. Si no reservas con antelación, sólo podrás visitar el patio.

-Indirizzo: Calle de Cervantes, 11

-Stazione metro più vicina: Sole (linee 1, 2 e 3)

-Prezzo: Entrata Libera

-Orari di apertura:Dal lunedì alla domenica dalle 10:00 alle 18:00 / lunedì chiuso

 

Museo Lope de Vega Madrid

Cose gratis da fare a Madrid – Il Comune propone un'interessante visita guidata gratuita che permette di conoscere a fondo una delle figure più importanti della letteratura universale.

 

Museo delle Americhe

Sfortunatamente, questo è uno dei musei meno conosciuti di Madrid. Ma niente paura, nella nostra voglia di svelare i gioielli nascosti (e gratuiti) di Madrid abbiamo inserito questo meraviglioso museo.

Come suggerisce il nome, il Museo delle Americhe ospita una fantastica collezione di pezzi archeologici del continente americano. Che sorpresa 😊! Ma, a mio modesto parere, la parte dedicata all'etnografia americana (la scienza che studia e descrive le diverse culture di un luogo) è semplicemente incredibile.

In totale, il Museo delle Americhe ospita circa 25.000 pezzi.

La collezione spazia dalla preistoria ai tempi moderni. Particolarmente interessante e ben documentata è la parte dedicata all'arte precolombiana (Maya, Incas, Aztechi, ecc.) e al periodo coloniale.

Tra tutti i pezzi, il Tesoro di Quimbaya-composta da 123 oggetti d'oro e ritrovati in Colombia- è veramente stupefacente. Per la sua eccezionale qualità artistica, questo tesoro è considerato una delle scoperte archeologiche più importanti della storia d'America.

Un altro pezzo da non perdere è il «Stele di Madrid» (VII secolo), che faceva parte di un trono di un re Maya e fu ritrovato nei resti di un palazzo in Chiapas (Messico).

-Indirizzo: Av. de los Reyes Católicos, 6

-Stazione metro più vicina: Moncloa (linee 3 e 6)

-Prezzo: €3

-Museo delle Americhe Ingresso gratuito: giovedì dalle 14:00 alle 19:00 e domenica dalle 10:00 alle 15:00

-Ingresso gratuito in qualsiasi momento: Under 18 e over 65.

Cosa fare a Madrid gratis

Cose gratis da fare a Madrid – Testa di lupo realizzata dai Tlingit (popolazione indigena della costa nord-occidentale del Pacifico del Nord America) 

 

Museo Cerralbo

La storia di questo museo è strettamente legata a Enrique de Aguilera y Gamboa (Marqués de Cerralbo), uno dei personaggi più interessanti della Madrid del XIX secoloA secolo.

Enrique de Aguilera y Gamboa (1845-1922) era appassionato di storia e archeologia, e durante la sua lunga vita girò mezzo mondo collezionando oggetti e pezzi di grande valore.

Nel corso degli anni, il Marchese di Cerralbo ha accumulato una collezione unica e affascinante nel suo palazzo nel centro di Madrid (dipinti, armature, monete rare e antiche, busti di imperatori romani, ecc.).

Poco prima di morire, nel 1922, decise di donare tutta la sua collezione al Museo Archeologico Nazionale di Madrid.

Visitare questo museo mi fa sempre sentire meraviglioso ed emozionato. È come viaggiare nel tempo. Il palazzo si conserva esattamente com'era alla fine del XIX secolo, compresi gli arredi originali (lampade, tendaggi, scrivanie, ecc.).

Come se non bastasse, tutti i suoi preziosi e preziosi oggetti d'antiquariato e dipinti sono intatti. Forse anche lo spirito del marchese è ancora nel palazzo, sorridente mentre i turisti si godono la sua meravigliosa collezione.

Alcuni dei pezzi più importanti del museo sono il Ritratto di un cavaliere (Tintoretto), L'Immacolata Concezione (Francisco de Zurbarán) e il Ritratto di Filippo V di Spagna (Miguel Jacinto Meléndez).

-Indirizzo: Via Ventura Rodríguez, 17

-Stazione metro più vicina: Plaza de España (linee 2, 3, 10) / Ventura Rodríguez (linea 3)

-Prezzo €3

-Ingresso gratuito Museo Cerralbo Madrid: sabato dalle 14:00 alle 15:00, giovedì dalle 17:00 alle 20:00 e domenica dalle 10:00 alle 15:00

 

cose gratis da fare a Madrid

Cose gratis da fare a Madrid – Magnifici interni del Palazzo del Marchese di Cerralbo

 

Tour gratuito di Madrid (Città Vecchia)

I tour gratuiti sono sempre un ottimo modo per scoprire una città e approfondire la sua storia e le sue tradizioni.

Madrid è una grande città (più di 3 milioni di abitanti) e il suo centro storico è grande. Pertanto, consiglio di dividere la città in zone per renderla gestibile.

Nello specifico, ti consiglio di iniziare dalla Città Vecchia, che comprende un triangolo immaginario formato dalla piazza della Puerta del Sol, dal Palazzo Reale e dalla Gran Vía.

All'interno di questo triangolo immaginario troverai luoghi emblematici di Madrid come la Plaza Mayor, il Mercado de San Miguel, la Cattedrale dell'Almudena o la statua dell'Orso e del Corbezzolo (simbolo della città)

cose gratis da fare a Madrid TOUR GRATUITO

 

La freccia rossa indica l'area principale della Città Vecchia. Senza dubbio, questa parte della città è un'ottima introduzione alla scoperta di Madrid e della sua storia.

A riprova della nostra passione e del nostro impegno per migliorare, abbiamo ricevuto più di 1.000 opinioni su Tripadvisor, Facebook e Google

A differenza di altre compagnie turistiche che si sono espanse in diverse città e persino paesi, OgoTours è un'azienda locale 100%.

Siamo orgogliosi della nostra città e vogliamo offrirti un'autentica esperienza locale a Madrid.

Inoltre, collaboriamo anche con altre piccole attività locali (osterie, botteghe artigiane, produttori locali, ecc.) che aiutano a preservare l'essenza e le tradizioni della città.

Laboratori e attività per bambini a Madrid.

Unisciti al nostro Tour gratuito a Madrid e scopri la capitale della Spagna in un modo diverso (storia, architettura, leggende, fatti storici interessanti e molto altro) PRENOTA ORA! Tutti i giorni alle 10:45 alla Puerta del Sol (statua equestre del re Carlos III).

-Prezzo: Possibilità di pagare quello che vuoi

-Durata della visita: 2,5 ore

-Indirizzo: Piazza Puerta del Sol (statua equestre del re Carlos III). Cerca l'ombrello verde di OGOTOURS

 

cose gratis da fare a madrid

Cose gratis da fare a Madrid – Il nostro tour a piedi gratuito è un'ottima introduzione alla città

 

Monumenti a ingresso gratuito a Madrid

 

Ingresso gratuito al Palazzo Reale di Madrid

Madrid è una città monumentale sotto molti aspetti: musei, teatri eleganti, ampi viali, edifici imponenti. E probabilmente il miglior esempio di questo è il Palazzo Reale.

Madrid può vantare di avere il più grande Palazzo Reale dell'Europa occidentale e uno dei più grandi del mondo (135.000 mq e più di 3.000 camere!!).

Senza dubbio, le sue enormi sale, le sue sontuose decorazioni e il suo lusso travolgente fanno del Palazzo Reale una tappa obbligata in Spagna.

Immagina di visitare le stesse estancias da cui i Re di Spagna governavano territori che vanno dall'America alle Isole Filippine e dal Nord Africa a Milano o ai Paesi Bassi.

Non esagero quando dico che questo palazzo è stato uno degli edifici più importanti dell'Occidente per quasi 200 anni.

Il palazzo fu costruito nel 18th secolo per ordine del re Filippo V. Ma questo luogo non è stato scelto a caso: ecco l'antica fortezza costruita dai musulmani nel IX secolo.

La costruzione durò 17 anni, un tempo davvero sorprendente per quel tempo considerando le dimensioni del palazzo.

I re di Spagna vivono in questo palazzo? Attualmente, i Re di Spagna usano il Palazzo Reale solo per atti ufficiali e ricevimenti. I re di Spagna risiedono nel Palacio de la Zarzuela, che si trova alla periferia di Madrid e il cui accesso è limitato.

Durante la tua visita al Palazzo Reale, presta particolare attenzione ai meravigliosi orologi che decorano le stanze. Secondo gli esperti, il Palazzo Reale ospita una delle migliori collezioni di orologi al mondo.

La visita al palazzo comprende l'armeria, dove sono esposte armi e armature di epoche diverse.

-Prezzo €13

-Ingresso gratuito al Palazzo Reale di Madrid: Se sei un cittadino dell'Unione Europea o di un paese dell'America Latina, puoi visitare gratuitamente il Palazzo Reale dal lunedì al giovedì dalle 18:00 alle 20:00 (dal 1 aprile al 30 settembre) e dalle 16:00 dalle 18:00 alle 18:00 (dal 1 ottobre al 31 marzo). Costo del biglietto per gli altri paesi: 10€.

IL MIO CONSIGLIO LOCALE È molto importante arrivare con almeno 35-40 minuti di anticipo per evitare di perdere tempo prezioso di vacanza in coda

-Stazione metro più vicina: Opera (linee 2, 5 e R)

-Indirizzo: Calle de Bailén s/n

 

ingresso gratuito al palazzo reale di madrid

Cosa fare oggi a Madrid gratuitamente – Il Palazzo Reale è il secondo palazzo funzionante più grande d'Europa (135.000 metri quadrati) 

 

El Pardo, residenza ufficiale di Franco, cosa fare oggi a Madrid gratis

El Pardo Palace è stato costruito durante il 16A per ospitare i reali spagnoli quando venivano in questa zona di Madrid per cacciare. Nel corso degli anni, questo palazzo divenne la residenza invernale dei re.

Tuttavia, questo palazzo è popolare tra gli spagnoli perché è stato scelto dal dittatore Francesco Franco come sua residenza ufficiale per 36 anni.

La visita a questo palazzo è molto interessante perché si possono vedere le stanze private del dittatore, come il suo ufficio, la sua camera da letto, ecc.

-Prezzo: €9

-Entrata Libera: mercoledì e giovedì dalle 15:00 alle 18:00 (da ottobre a marzo) e dalle 17:00 alle 20:00 (da aprile a settembre); Ingresso gratuito per i cittadini dell'Unione Europea e dell'America Latina.

-Come arrivare al Palazzo El Pardo: Autobus dalla stazione multimodale di Moncloa (linea 601)

-Indirizzo: Calle de Manuel Alonso, s/n El Pardo (Madrid)

 

Atracciones gratuitas de Madrid

Cose gratis da fare a Madrid – Stanza privata di Franco (Palazzo El Pardo)

 

Monastero reale di El Escorial ingresso gratuito

Devo confessare, da amante della storia, che questo è uno dei miei posti preferiti in Spagna. Questo posto è sempre stato molto speciale per me. Secondo me è una delle migliori cose gratis da fare a Madrid.

La grande opera del re Felipe II fu senza dubbio il Monastero di El Escorial (16 ). Felipe II concepì questo immenso monastero come a centro di religione e conoscenza poiché ospitava alcune delle migliori biblioteche d'Europa.

Allo stesso tempo, il monastero fungeva da Pantheon della famiglia reale spagnola. Ad eccezione di Felipe V e Fernando VI, tutti i re di Spagna sono stati sepolti in questo monastero e le loro tombe possono essere visitate oggi.

 

Cose gratis da fare a Madrid Monastero El Escorial

Cosa fare oggi a Madrid? Monastero dell'Escorial | La costruzione di questo imponente complesso è durata circa 20 anni e comprende la residenza dei re, una basilica, un monastero e una biblioteca | Crediti immagine: Wikipedia CC

Il monastero comprende un'imponente basilica la cui cupola si erge a 95 metri da terra, opera faraonica per l'epoca.

Migliaia di operai furono coinvolti nella costruzione del monastero, insieme a centinaia di buoi che trasportavano la pietra dalle cave al monastero.

Il luogo scelto dallo stesso Felipe II per costruire il Monastero di El Escorial non fu scelto a caso; Felipe II era un uomo che rifletteva profondamente su ogni decisione.

Secondo la leggenda, in questo luogo si trova una delle porte dell'inferno. Felipe II, a conoscenza di questa leggenda, decise di costruire qui il monastero per coprire questo portale infernale.

-Prezzo: Il prezzo di ingresso è di 10 euro.

-Entrata Libera: Il Monastero di El Escorial offre Entrata Libera Il mercoledì e il giovedì dalle 15:00 alle 18:00 (da ottobre a marzo) e dalle 17:00 alle 20:00 (da aprile a settembre) per i cittadini dell'Unione Europea e dell'America Latina.

Come arrivare al Monastero Reale dell'Escorial da Madrid? Il monastero si trova in una piccola città a nord di Madrid (El Escorial), a 60 km da Madrid.

Fortunatamente ci sono treni pendolari (linea C3) che collegano il centro città con El Escorial. Dalla stazione di Atocha ci vogliono circa 1,5 ore per arrivare a El Escorial.

-Indirizzo: Avenida Juan de Borbón y Battemberg (60 chilometri dal centro della città)

Attrazioni gratuite a Madrid

Cose gratis da fare a Madrid – Pur essendo fuori città, questo meraviglioso monastero merita una visita | Crediti immagine: Wikipedia (CC)

Cattedrale dell'Almudena

Di fronte al Palazzo Reale puoi scoprire uno dei cattedrali più moderne del mondo.

La cattedrale dell'Almudena è stata inaugurata nel 1993 di Papa Giovanni Paolo II. Nonostante la sua breve esistenza, la cattedrale dell'Almudena ha vissuto momenti storici come il matrimonio del principe Felipe (attuale re Felipe VI) o il funerale di stato di Adolfo Suárez (primo presidente spagnolo dopo la dittatura franchista).

A proposito, durante il matrimonio reale (maggio 2004) pioveva a dirotto. Almeno, c'è un vecchio detto che dice "fidanzata bagnata, fidanzata fortunata«, il che significa che se piove durante un matrimonio, il matrimonio sarà felice.

Come puoi immaginare, l'interno della cattedrale è completamente diverso dalle altre cattedrali europee.

Il ruolo della tecnologia moderna è evidente quando si visita l'edificio; le vetrate colorate sono state progettate nel 2004, oppure è possibile trovare schermi TV e punti Wi-Fi in tutto l'edificio. Anche così, è una chiesa bella e interessante che merita una visita.

Ti consigliamo inoltre di visitare la bellissima cripta della cattedrale (neoromanica) che si trova proprio sotto la cattedrale.

IMPORTANTE! Perché Madrid non ha una vecchia cattedrale come tante altre città europee? Sono contento che tu faccia questa domanda 😊.

Tutto accade per una ragione nella vita. Fino alla fine del XIX secolo, la città di Madrid apparteneva alla diocesi di Toledo. Vale a dire, la cattedrale di Madrid è sempre stata la cattedrale di Toledo.

Fu nel 1885 quando fu creata la Diocesi di Madrid e iniziò la costruzione della Cattedrale dell'Almudena. Sì, facendo i conti, dal 1885 al 1993 ci sono voluti più di 100 anni per costruire la Cattedrale dell'Almudena!!!

-Indirizzo: Calle de Bailén, 10

-Stazione metro più vicina: Opera (linee 2 e 5)

-Ingresso gratuito alla Cattedrale dell'Almudena di Madrid: L'ingresso è gratuito (1€ donazione facoltativa) | Se vuoi visitare la cupola e il museo della cattedrale costa 7 €.

-Orari di apertura della Cattedrale dell'Almudena:
- Da settembre a giugno: dalle 9:00 alle 20:30
-luglio e agosto: dalle 10:00 alle 21:00

 

Ingresso gratuito alla Cattedrale di Madrid a Madrid

Cose da fare gratis a Madrid – L'elegante Cattedrale dell'Almudena si trova di fronte al Palazzo Reale, creando un insieme monumentale senza pari

 

Viste panoramiche a Madrid

 

Bel tramonto e vista su Madrid: Tempio di Debod. Cosa fare oggi a Madrid gratuitamente

Riesci a immaginare di visitare un antico tempio egizio nel cuore della capitale spagnola? È strano, vero? Ma sì, Madrid sorprende sempre i visitatori con gemme nascoste come questa.

Molte persone non lo sanno, ma a Madrid puoi visitare a autentico tempio egizio gratuito. Il tempio fu un dono del governo egiziano alla Spagna ai tempi di Franco (1969) e fu smantellato pietra su pietra e inviato da Alessandria a Valencia.

Una volta a Valencia, diversi camion hanno trasportato le pietre a Madrid, dove il tempio è stato ricostruito.

Secondo gli esperti, è difficile determinare la data esatta della sua costruzione, anche se si stima che questo tempio sia stato costruito circa 2.200 anni fa, il che lo rende la costruzione più antica di Madrid 😊

All'interno del Tempio di Debod è allestita una piccola mostra sull'Antico Egitto (mitologia, storia, ecc.) e l'ingresso è completamente gratuito.

Poiché il tempio si trova in cima a una collina, puoi godere di fantastiche viste panoramiche di Madrid, tra cui il Palazzo Reale, la Cattedrale e la Casa de Campo.

Molti locali e turisti visitano il Tempio di Debod nel tardo pomeriggio per godersi il tramonto più straordinario di Madrid.

-Prezzo: La visita al Tempio di Debod è gratuita

-Orari di apertura: Dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 20:00 (lunedì chiuso)

-Stazione metro più vicina: Plaza España (linee 2, 3 e 10)

-Indirizzo: Via Ferraz, 1

Torre panoramica del faro di Moncloa

Questa torre, inaugurata nel 1992, offre quelli che sono senza dubbio i migliori panorami dell'intera città. Un ascensore panoramico vi porterà in cima alla torre, 90 metri (295 piedi) Alto. Da quassù si vede tutta la città.

Alcuni pannelli offrono spiegazioni sugli edifici più importanti dello skyline di Madrid. In una giornata limpida, puoi persino vedere il Monastero dell'Escorial, che si trova a più di 60 chilometri dal centro di Madrid. La visita dura 30 minuti.

-Prezzo: €3

-Stazione metro più vicina: Moncloa (linee 3 e 6)

-Indirizzo Viale della Memoria, 2

 

Viste panoramiche gratuite a Madrid

Cosa fare oggi a Madrid gratis? – Il faro di Moncloa offre le migliori viste panoramiche della città 

 

Vista panoramica a 360 gradi Madrid

Il Palacio de Cibeles nasconde una piacevole sorpresa. Se sali all'ottavo piano troverai un fantastico belvedere dove potrai goderti il migliori viste del centro città: La Plaza de Cibeles, la Banca di Spagna, la Gran Vía, il Paseo de Recoletos, la Torres Colón, il Parco del Retiro, ecc.

Questo maestoso edificio fu inaugurato nel 1919 come Ufficio Postale e divenne un simbolo di progresso e prosperità per la città. La Spagna non partecipò alla prima guerra mondiale e molti politici, intellettuali e uomini d'affari (con le loro fortune) si rifugiarono a Madrid.

-Prezzo:2€

-Stazione metro più vicina: Banca di Spagna (linea 2)

-Indirizzo: Cibeles quadrati

 

Le migliori viste di Madrid dalla Gran Vía

Non puoi lasciare Madrid senza vedere Avenida Gran Vía, che abbaglia i visitatori con i suoi palazzi eleganti, le luci delle pubblicità, i suoi teatri e le sue strade piene di gente 24 ore al giorno.

Hemingway ha detto che la Gran Vía era una fusione di Broadway e Fifth Avenue New York.

Ma se la Gran Vía è affascinante a livello del suolo, aspetta di vederla dall'alto. In Plaza de Callao, puoi salire al nono piano dei grandi magazzini El Corte Inglés. Da quassù, puoi vedere viste incredibili della strada più famosa di Madrid. C'è anche una piccola terrazza dove puoi prendere delle tapas o un caffè mentre ti godi la vista meravigliosa.

El Corte Inglés è la più grande catena di grandi magazzini in Spagna. Quando Amazon non esisteva, El Corte Inglés era il luogo dove gli spagnoli facevano tutti i loro acquisti (vestiti, elettrodomestici, musica, libri, ecc.).

-Prezzo: €0

-Orari di apertura Dal lunedì al sabato dalle 10:00 alle 22:00 / domenica dalle 11:00 alle 22:00

-Stazione metro più vicina: Callao (linee 3 e 5) e Sol (linee 1, 2 e 3)

-Indirizzo: Piazza Callao, 2

cosa fare gratis a Madrid

Cose gratis da fare a Madrid – Incredibili viste sulla Gran Vía dal nono piano dei grandi magazzini El Corte Inglés 

Viste panoramiche dal "Parco dei 7 Seni"

A dire il vero, non ci sono molti posti a Madrid dove godere di viste panoramiche gratis. Ma lascia che ti sveli il nostro segreto per godere di meravigliose viste panoramiche di Madrid senza spendere un centesimo.

«Parco delle 7 tette«, (letteralmente Parque de las 7 Tetas) non è molto conosciuto dai turisti. Forse è perché questo parco è fuori dal centro storico.

Ad essere onesti, questo parco non offre le migliori viste panoramiche di Madrid, ma credetemi, ne vale la pena, soprattutto se siete a Madrid per 3 o 4 giorni. Infatti, da qui puoi scattare alcune delle migliori foto dello skyline di Madrid.

Questo parco si trova in Vallecas, un quartiere tradizionalmente operaio. In metro ci vogliono circa 20 minuti dal centro storico. Le viste panoramiche di Madrid includono la città vecchia, i grattacieli del centro finanziario e persino le montagne che circondano Madrid.

Sicuramente stai pensando perché questo parco si chiama Parque de los 7 Pechos, giusto? Troppo facile. Questo parco ha 7 colline che sembrano seni 😊. Gli spagnoli hanno una grande immaginazione.

SUGGERIMENTO PER LA CASA! Consiglio di visitare il parco prima che faccia buio. Questa parte della città non è particolarmente pericolosa, ma è raro incontrare turisti. Quando scende la notte abbondano i mendicanti, i senzatetto, i drogati e la "gente strana". Di giorno non ci sono problemi.

-Indirizzo: Via Benjamin Palencia, 1

-Stazione metro più vicina: Buenos Aires (linea 1)

-Orari di apertura: Aperto tutti i giorni dell'anno (ingresso libero)

Arte urbana per le strade di Madrid

Sei interessato a scoprire l'arte urbana di Madrid? Gli artisti di strada hanno lasciato il segno per le strade della città e oggi si guadagnano l'ammirazione di chi contempla le loro opere.

Molte delle proposte di questi giovani creatori, sviluppate in spazi inconsueti, sono rimaste per sempre nell'immaginario collettivo.

Questi dipinti e graffiti hipster, a tema urbano sono ora alla ricerca di molti, ora in voga e talvolta appaiono senza alcuna pretesa di diventare permanenti.

Attualmente, molte delle espressioni dell'arte di strada a Madrid sono il prodotto di festival o iniziative che consentono ai giovani di sviluppare legalmente la loro creatività.

I temi che vengono trattati nell'arte urbana (e "ribelle") sono l'ambiente, le migrazioni, la politica, la violenza di genere, il multiculturalismo e altri temi di carattere sociale contemporaneo.

Queste sono alcune delle pietre miliari e delle proposte offerte da questo Guida all'arte urbana Madrid, una web referente dentro del mundo del arte. 

 

Gemme nascoste a Madrid

 

Bunker della guerra civile spagnola

 

La guerra civile spagnola (1936-1939) è sempre un argomento tabù tra gli spagnoli. Tuttavia, sembra esserci una naturale curiosità su quel sanguinoso periodo.

Nel 1937 la Spagna era nel bel mezzo di un'orribile guerra civile. Madrid, assediata dalle truppe franchiste, veniva bombardata e i rifornimenti interrotti.

Di fronte a questa situazione angosciosa, l'Alto Comando dell'Esercito Repubblicano (parte antifranchista), insediatosi in un edificio nel centro di Madrid, decise di spostare il proprio quartier generale in una località segreta della periferia.

Il luogo scelto è stato il parco di El Capricho, dove a enorme bunker Fu costruito quindici metri sottoterra per evitare di essere scoperto dagli aerei franchisti. La superficie totale del bunker era di 2.000 metri quadrati.

Gli esperti considerano il bunker uno degli edifici militari del XX secolo meglio conservati in Europa. Nonostante i lavori di ricostruzione, l'essenza dell'edificio è rimasta intatta.

Quando sei dentro, puoi quasi sentire il rumore degli stivali dei soldati, le urla e le esplosioni attorno al bunker.

Tuttavia, visitare questo bunker ha un piccolo inconveniente, l'accesso è limitato (massimo 10 persone). Pertanto, è importante prenotare online con largo anticipo.

Sfortunatamente, le visite guidate sono disponibili solo in spagnolo. Nonostante ciò, la visita vale la pena, poiché le pareti e le gallerie sotterranee ci trasportano in un'altra epoca e parlano da sole.

Come arrivare al Parco El Capricho?

Dal centro città ci si arriva facilmente con i mezzi pubblici. Prendi la linea 5 della metropolitana e scendi alla stazione El Capricho.

-Indirizzo: Paseo de la Alameda de Osuna, 25

-Prezzo: Entrata Libera

-Sito web per prenotazioni: https://www.reservaspatrimonio.es/242-visita-guiada-el-bunker-del-capricho

 

Bunker Guerra civile spagnola Cose gratis da fare a Madrid

Cosa fare oggi a Madrid gratuitamente – Durante questa visita guidata, i visitatori possono scoprire le diverse stanze di un autentico bunker costruito durante la guerra civile spagnola | Crediti immagine: Wikipedia CC

 

«Anden 0 Chamberí», la stazione della metropolitana fantasma

 

Immagina una stazione della metropolitana abbandonata più di 50 anni fa; cartelloni pubblicitari sbiaditi, tornelli traballanti e arrugginiti, vecchie biglietterie automatiche della metropolitana, ecc.

Il tempo si è improvvisamente fermato qui. Anche i bidoni contengono biglietti della metropolitana degli anni 60. Potrebbe essere sicuramente l'ambientazione perfetta per un film dell'orrore.

La stazione Chamberí fu inaugurata nel 1919, ma le autorità locali furono costrette a chiuderla nel 1966. Da allora, questa stazione della metropolitana è stata completamente abbandonata, conservando tutti gli elementi originali dell'epoca.

Nel 2006 il consiglio comunale ha avuto la brillante idea di trasformare questa stazione della metropolitana abbandonata in un museo. Indubbiamente, una visita molto interessante per scoprire l'evoluzione della metropolitana di Madrid a metà del XX secolo (anni '50 e '60).

-Indirizzo: Plaza Chamberí s/n

-Stazione metro più vicina: Chiesa (linea 1)

-Orari di apertura: Ingresso gratuito fino a esaurimento posti / Giovedì: dalle 10:00 alle 14:00, venerdì e sabato dalle 10:00 alle 19:00 e domenica dalle 10:00 alle 15:00 / Ultimo accesso consentito 30 minuti prima della chiusura.

 

Fronton Beti Jai (Ballo basco)

 

Hai mai sentito parlare della pelota basca? Fondamentalmente, potrebbe essere definito come una varietà di sport da campo che si gioca con una palla usando la mano, una racchetta o un canestro.

Attualmente, questo sport tradizionale è quasi in pericolo di estinzione in Spagna, tranne che nella regione dei Paesi Baschi (Spagna settentrionale).

Tuttavia, alla fine del 19A e all'inizio del XX secolo, la pelota basca era tremendamente popolare a Madrid al punto che il grande «frontoni» (impianto sportivo per giocare la pelota basca) furono costruiti nel centro della città.

Alla fine del XIX secolo, la pelota basca era popolare esclusivamente tra la comunità basca con sede a Madrid.

Tuttavia, in questo periodo l'alta società madrilena (tra cui la regina Elisabetta II) frequentava il nord della Spagna, in particolare San Sebastián (Paesi Baschi) durante le vacanze estive, dove la passione per la pelota basca era grande.

In questo modo, l'alta società di Madrid ha scoperto la pelota basca e ha portato il gusto per questo sport nella capitale della Spagna. Poco dopo, la pelota basca divenne uno sport popolare a Madrid.

In questo contesto, nel 1894 fu inaugurato il "Frontón Beti Jai" ("sempre festa" in basco), con una capienza di oltre 4.000 spettatori.

 

Frontón Beti Jai de Madrid

Cosa fare oggi a Madrid gratuitamente – Frontone Beti Jai all'inizio del XX secolo | Crediti immagine: Elpais.com

Il Beti Jai Fronton era un edificio con struttura in ferro davvero spettacolare, con scale in legno e splendidi affreschi che decoravano i soffitti.

Certo, il calcio esisteva già, ma non era ancora uno sport di massa. Le corride e la pelota basca erano le forme di intrattenimento preferite sia dalle classi popolari che dall'alta società madrilena.

Sfortunatamente, nel 1919 il Beti Jai Fronton fu abbandonato. Anche durante la guerra civile spagnola (1936-1939) fu utilizzato come prigione per imprigionare i dissidenti del governo.

Nel 2011 l'edificio è stato dichiarato "Bene di Interesse Culturale" ed è stato acquisito dal Governo di Madrid nel 2015. Fortunatamente, l'edificio è stato ricostruito fedelmente e ricrea perfettamente il suo aspetto originario.

Attualmente il Comune organizza visite guidate gratuite in cui i visitatori possono conoscere la storia di questo meraviglioso edificio.

IMPORTANTE! Es obligatorio reservar con antelación https://www.reservaspatrimonio.es/239-visita-guiada-el-fronton-beti-jai

– L'età d'oro dei frontoni a Madrid

L'età d'oro della pelota basca a Madrid si svolse in due fasi: 1892-1895 e 1920-1940.

Durante la prima metà degli anni 1890, la popolarità della pelota basca raggiunse livelli mai immaginati prima a Madrid. Durante questi anni furono progettati grandi frontoni: Frontón Madrileño (1891), Jai Alai (1891), Fiesta Alegre (1892), Euskal Jai (1893) o Beti Jai (1894).

Questi frontoni avevano tutti i comfort che ci si aspetterebbe da un teatro di lusso e alcuni di essi potevano contenere più di 5.000 spettatori.

Allo stesso tempo, i giocatori professionisti sono diventati acclamati star dello sport e i tifosi hanno scommesso ingenti somme di denaro durante le partite, il che ha suscitato alcune perplessità nei settori più conservatori della società madrilena.

Tra il 1895 e il 1920 l'interesse per questo sport a Madrid diminuì notevolmente. Durante questo periodo molti frontoni furono venduti e trasformati in teatri, cinema o addirittura ospedali.

Tuttavia, tra il 1920 e il 1940 la pelota basca conobbe una seconda età dell'oro. Ancora una volta, i fan hanno riempito i frontoni. La nuova febbre per questo sport costrinse la costruzione di nuovi frontoni come il Nuevo Jai Alai (1922), o il Recoletos Fronton (1936).

All'inizio degli anni '50 la passione per la pelota basca a Madrid svanì. La concorrenza di nuovi sport, in particolare il calcio, ha finito per far sparire la pelota basca a Madrid.

Se vuoi approfondire la pelota basca a Madrid, ti consigliamo un libro sensazionale intitolato Frontones Madrileños (autore: Ignacio Ramos). Sfortunatamente, il libro è disponibile solo in spagnolo.

Frontone Beti Jai Informazioni utili:

-Indirizzo: Calle del Marqués de Riscal 7

-Stazione metro più vicina: Alonso Martínez (linea 4) / Rubén Darío (linea 5) / Alonso Martínez (linea 10)

 

Roba gratis a Madrid Frontón Beti Jai

 

Cose gratis da fare a Madrid – Beti Jai Fronton dopo i lavori di ristrutturazione | Crediti immagine: elindependiente.com

La tomba di Francisco de Goya

Nell'Eremo di San Antonio de la Florida (zona nord-ovest della città) riposano le spoglie mortali di uno dei più grandi artisti che siano mai esistiti, Francisco de Goya.

Quello che molti non sanno è che lo stesso Goya dipinse nel 1798 i meravigliosi affreschi che decorano l'eremo dove oggi è sepolto.

Nel 1808 Napoleone Bonaparte invase la Spagna e scoppiò la Guerra d'Indipendenza. Dopo la guerra e timoroso della politica assolutista del re Ferdinando VI, Goya si recò a Bordeaux (Francia) dove morì nel 1828.

Tuttavia, i resti mortali di Goya nascondono un mistero. Pochi anni dopo la sua morte, la sua tomba in Francia fu profanata da qualcuno per rubare il teschio di Goya.

Da allora, nonostante le numerose indagini, il luogo in cui si trova la testa di Goya rimane un mistero irrisolto. Alcuni credono che possa essere stato rubato dagli scienziati per studiarlo. Il punto è che nessuno sa dove sia il teschio di Goya. 😳

Nel 1889 i resti di Goya (senza il cranio) furono finalmente trasferiti dalla Francia a Madrid grazie agli sforzi del re Alfonso XII.

All'inizio del XX secolo, gli affreschi dell'Eremo di San Antonio de la Florida -dipinti da Goya- iniziarono a mostrare segni di deterioramento a causa del fumo delle candele utilizzate durante le messe religiose.

Per questo nel 1925 fu costruita una replica esatta dell'eremo a 50 metri di distanza. In questo modo le autorità sono riuscite a preservare l'originario eremo, che oggi è un museo; la replica dell'eremo è destinata al culto religioso.

-Indirizzo: Rotonda San Antonio de Florida, 5

-Stazione metro più vicina: Príncipe Pío (linee 6, 10 e R)

-Prezzo: Entrata Libera

-Orari di apertura: Da martedì a venerdì: dalle 9:30 alle 14:00 / sabato e domenica dalle 9:30 alle 15:00 e dalle 16:00 alle 19:00 (chiuso il lunedì).

 

Sant'Antonio della Florida Madrid

Cosa fare oggi a Madrid gratuitamente – Affreschi sul soffitto dipinti da Francisco de Goya (San Antonio de la Florida Hermitage). Indubbiamente, una delle opere più sconosciute dell'artista spagnolo | Crediti immagine: Wikipedia CC

Pantheon degli uomini illustri

Il Pantheon degli uomini illustri di Madrid è in gran parte sconosciuto a molti turisti. Sorprendentemente, nemmeno molti madrileni visitano questo posto.

Il Pantheon degli uomini illustri fu costruito alla fine del XIX secolo per ospitare i resti mortali di importanti personaggi politici e militari: Cánovas del Castillo, José Canalejas, Eduardo Dato e Ríos Rosas. In totale, 11 personaggi famosi del XIX e XX secolo che hanno cambiato il corso della storia in Spagna.

Quindi, se sei interessato alla storia moderna della Spagna, questa è una di quelle gemme nascoste che devi scoprire.

IMPORTANTE! Francisco Franco, probabilmente la figura politica più influente del XX secolo spagnolo, non è sepolto qui. Franco è sepolto nel cimitero di Mingorrubio (situato a 20 chilometri dal centro cittadino).

Ogni persona illustre possiede un monumento funerario in marmo bianco davvero spettacolare. A mio modesto parere, i monumenti funerari più interessanti sono dedicati a:

  • Sagasta (Presidente del Governo dal 1871 al 1872). Questo monumento funerario è stato realizzato da Mariano Benlliure, probabilmente il miglior scultore spagnolo di tutti i tempi.
  • José Canalejas (Presidente del governo spagnolo tra il 1910 e il 1912).
  • Cánovas del Castillo (Presidente del governo spagnolo tra il 1874 e il 1875).

(José Canalejas e Cánovas del Castillo furono assassinati da anarchici).

-Indirizzo: Calle Julián Gayarre 3

-Stazione metro più vicina: Atocha Renfe (linea 1)

-Prezzo: Free entrada

-Orari di apertura: Dal martedì al sabato dalle 10:00 alle 14:00 e dalle 16:00 alle 18:30 / Dom e festivi dalle 10:00 alle 15:00

Pantheon degli uomini illustri di Madrid

Cose gratis da fare a Madrid – Pantheon degli Uomini Illustri | Crediti immagine: Wikipedia CC

 

la traccia

Il mio piano perfetto per una domenica mattina a Madrid è prendere un caffè con churros in un bar vicino a casa mia, prendere la metro e passare l'intera mattinata al Rastro in cerca di occasioni.

El Rastro, o semplicemente «la traccia«, come lo chiamano i locali, è stato creato più di 250 anni fa. Da allora, ogni domenica mattina, decine e decine di commercianti hanno aperto bottega per vendere i loro prodotti.

Secondo le stime, ci sono circa 3.000 bancarelle, che ne fanno uno dei mercati più grandi d'Europa.

Il sentiero delle pulci: cosa trovare?

Quello che mi affascina di più di questo mercato è che non sai mai cosa troverai.

Come il mercato di Portobello a Londra o Waterlooplein ad Amsterdam, a El Rastro puoi trovare letteralmente qualsiasi cosa: libri fuori catalogo, vecchi giocattoli, 19 o solo ninnoli.

Come amante dei libri e della storia, una delle mie parti preferite del mercato è l'area di mezzo via dell'ariete E Via Carlos Arnichesdove troverai libri vecchi e di seconda mano.

IL MIO CONSIGLIO LOCALE Dopo un'entusiasmante mattinata di shopping, ho sempre fame. Ti consiglio di visitare alcuni dei bar tradizionali nelle vicinanze la tracciaCOME Casa Amedeo-famoso a Madrid per le sue lumache al pomodoro- o Santurce Bar-noto per le sue deliziose sardine cantabriche-.

-Indirizzo: Quartiere La Latina

Stazione metro più vicina: La Latina (linea 5)

Prezzo: –

-Orari di apertura: Domeniche e festivi. Gli orari di apertura sono indicativi, in quanto ogni chiosco è autorizzato a vendere quando vuole tra le 9:00 e le 15:00.

 

il sentiero madrileno

 

Cose gratis da fare a Madrid: El Rastro è uno dei nostri posti preferiti dove trascorrere la domenica mattina 

 

Parco Europa

La cittadina di Torrejón de Ardoz (a 30 chilometri dal centro di Madrid) ospita uno dei parchi più belli di tutta la Spagna: il Parque Europa. Riesci a immaginare di visitare la Torre Eiffel, l'Atomium (icona di Bruxelles), un teatro greco o la Torre di Belém nello stesso giorno e senza lasciare Madrid? È perfettamente possibile 😊

Questo parco di 233.000 metri quadrati ha 14 repliche delle attrazioni più importanti d'Europa!! Il London Bridge, la Porta di Brandeburgo, la Fontana di Trevi e molti altri.

Queste repliche sono realizzate con grande dettaglio e livello di realismo. Anche il parco conserva una parte originale del Muro di Berlino, donata dalla capitale tedesca.

Come se tutto questo non bastasse per trascorrere una giornata incredibile, il parco dispone di ampi spazi verdi, area bimbi, pista di pattinaggio e tanto altro. Insomma, questo parco ha tutto per trascorrere una giornata divertente.

Come arrivare all'Europa Park?

Ci sono due modi per arrivare al Parque Europa (a 30 chilometri dal centro città):

-Autobus (linea 224-A) dalla stazione Avenida América. L'autobus ti lascerà al Parque Catalunya, molto vicino al Parque Europa.

- Treno Cercanías (linea C2) dalla stazione di Atocha. Una volta a Torrejón de Ardoz, dovrai prendere un autobus urbano (L1 o L2) per raggiungere il Parque Europa.

-Prezzo: Entrata Libera

-Orari di apertura

-Giugno, luglio e agosto: dalle 9:00 alle 12:00 / venerdì e sabato: dalle 9:00 alle 13:00

-Aprile, maggio e ottobre: dalle 9:00 alle 22:00 / venerdì e sabato: dalle 9:00 alle 12:00

-novembre, dicembre, gennaio, febbraio e marzo: dalle 9:00 alle 20:00 / venerdì e sabato: dalle 9:00 alle 21:00

 

mercati tradizionali

Personalmente, questa è una delle cose che preferisco fare quando visito una nuova città. I mercati tradizionali sono come piccoli templi che conservano il sapore della tradizione e della saggezza popolare. In altre parole, quando visiti un mercato tradizionale puoi imparare molto sulla città e sui suoi abitanti.

Storicamente, Madrid si è vantata della qualità dei suoi mercati. Nei mercati della capitale ogni giorno vengono venduti i migliori prodotti delle altre regioni spagnole: frutta fresca, verdura, salumi, formaggi, persino pesce.

Sì, pesce! Nonostante la costa sia lontana, il pesce fresco arriva a Madrid ogni mattina (il consumo medio annuo di pesce per abitante a Madrid è uno dei più alti d'Europa).

Sfortunatamente, i nuovi comportamenti di acquisto, la concorrenza dei grandi magazzini e il ritmo frenetico della vita stanno causando la scomparsa dei mercati tradizionali in gran parte della Spagna. Ma non disperare, ci sono ancora alcuni vecchi sopravvissuti a Madrid che sono ancora frequentati dalla gente del posto.

Non lontano dal centro città, vi consigliamo di visitare il «Mercato di Santa Maria de la Cabeza» (vicino alla stazione ferroviaria di Atocha) e lo spettacolare «Mercato delle Meraviglie» (vicino allo stadio Santiago Bernabéu).

I mercati tradizionali della Spagna sono cambiati molto negli ultimi decenni, ma ci sono alcuni elementi che rimangono invariati, come i venditori che urlano i loro prezzi, le bancarelle colorate o l'odore del pesce fresco. Lo adoro!

IL MIO CONSIGLIO LOCALE Prova a visitare questi mercati durante la settimana. Così puoi goderti l'atmosfera, parlare con i venditori e apprezzare nei dettagli le meravigliose bancarelle. Il sabato i mercati sono pieni di gente del posto (chiuso la domenica).

-Mercato di Santa María de la Cabeza:

  • Indirizzo: Paseo de Santa María de la Cabeza, 41 /
  • Orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 20:00 (sabato dalle 9:00 alle 14:00) / domenica chiuso
  • Stazione metro più vicina: Palos de la Frontera (linea 3)

-Mercato delle Meraviglie:

  • Indirizzo: Calle de Bravo Murillo, 122 /
  • Orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 20:30 (sabato dalle 9:00 alle 15:00)
  • Stazione metro più vicina: Alvarado (linea 1)
 

Parco e spazi verdi

Madrid ha il privilegio di essere la capitale con il maggior numero di alberi in Europa, e la seconda al mondo, superata solo da Tokyo (Giappone). In totale, ci sono più di 300.000 alberi piantati in tutta la città. Buona parte di questi alberi è concentrata nei seguenti parchi

-Parco di riposo

-Parco del capriccio

-Il cottage

-Madrid Río


Il Parco del Retiro, un paradiso naturale nel mezzo della grande città

Da madrileno, il Parque del Retiro è il mio posto preferito a Madrid. La bellezza dei suoi giardini e alberi, i buffi scoiattoli o il romantico laghetto mi confortano sempre, soprattutto in autunno, quando il Parco del Retiro è estremamente bello.

Ricordo ancora con affetto di aver vissuto vicino a questo parco per alcuni anni e di venire qui quasi ogni giorno.

Potrebbe non essere così popolare a livello internazionale come Central Park a New York o Hyde Park a Londra, ma credetemi, questo parco è assolutamente da vedere a Madrid.

Questi splendidi giardini furono progettati nel XVII secolo per i re di Spagna, che trascorrevano lunghi periodi nel vicino Palazzo del Buen Retiro (oggi distrutto). Tuttavia, a metà del XIX secolo divenne un parco pubblico.

IL MIO CONSIGLIO LOCALE

Oggi El Retiro è estremamente popolare sia tra la gente del posto che tra i turisti (circa 8 milioni di visitatori all'anno!). Pertanto, consiglio sempre di visitare El Retiro durante la settimana, soprattutto la mattina quando la gente del posto lavora.

Durante il fine settimana è quasi impossibile passeggiare nel parco o trovare un posto dove sedersi.

Cose gratis da fare a Madrid

Cose gratis da fare a Madrid – Un viaggio a Madrid non è completo senza una visita all'iconico Parque del Retiro 

Le zone più frequentate del Parco del Retiro sono:

Lo stagno: Questo stagno artificiale o stagno Fu progettato nell'anno 17 dal re Felipe IV, che amava ricreare epiche battaglie navali nello stagno.

Oltre alle sue funzioni ricreative, il laghetto funge anche da riserva d'acqua per alimentare le numerose fontane del parco. Su una delle sponde dello stagno si trova il maestoso monumento al re Alfonso XII, costruito nei primi anni '20.A secolo.

Il Palazzo di Cristallo: Questo bellissimo edificio è stato costruito alla fine del 19 come parte di una mostra sulle Filippine (ex colonia spagnola) che si è tenuta a Madrid.

Lo scopo di questo edificio era quello di fungere da serra dove i visitatori potessero ammirare le piante ei fiori portati per la mostra. Attualmente, il Palacio de Cristal è stato trasformato in una sala in cui sono esposte opere d'arte del Museo d'Arte Moderna Reina Sofía.

Monumento all'angelo caduto: Madrid è una città particolare, e la prova di ciò è che qui è stata costruita la prima scultura al mondo dedicata al diavolo. La scultura, realizzata in bronzo, mostra il diavolo che si contorce mentre un serpente si avvolge attorno alle sue gambe. Coincidenza o no, questa fontana si trova ad un'altezza ufficiale di 666 metri sul livello del mare.

Oltre ai numerosi turisti e gente del posto che si godono il parco ogni giorno, il Parco del Retiro ospita anche un discreto numero di scoiattoli, anatre e pavoni che sono abituati ai turisti e sono relativamente facili da individuare. Senza dubbio, è una delle nostre attività gratuite preferite da fare a Madrid.

-Prezzo GRATUITO

-Orari di apertura: Da ottobre a marzo (dalle 6:00 alle 22:00) e da aprile a settembre (dalle 6:00 alle 22:00)

-Stazione metro più vicina:Prelievo (riga 2)

-Indirizzo: Piazza Indipendenza, 7


Parco del Capriccio

Fidati di me, è una delle migliori gemme nascoste da esplorare a Madrid!

Questi splendidi giardini, sconosciuti alla maggior parte dei turisti in visita a Madrid, furono progettati dai duchi di Osuna alla fine del XVIII secolo.

Qui hanno creato un piccolo paradiso lontano dalla città dove si tenevano feste private per l'alta società madrilena (scrittori, pittori, deputati, membri della famiglia reale, ecc.). Molti non lo sanno, ma la duchessa di Osuna è stata un'importante mecenate del grande pittore spagnolo Francisco de Goya.

Nel corso del XIX secolo il Parque del Capricho si deteriorò e fu infine acquisito dal governo di Madrid, che lo riabilitò e lo aprì al pubblico alla fine del XX secolo.

cose gratis a Madrid El Capricho

 

Cose gratis da fare a Madrid – Senza dubbio questo parco è uno dei più belli della Spagna | Crediti immagine: Viviendo Madrid (Flickr) CC

La ricchezza botanica è davvero incredibile, con più di 40 specie diverse (rovere, pino, cipresso, tasso, cedro, ecc.). Inoltre, il parco ha un patrimonio architettonico molto interessante: eremi, templi, fontane e persino il palazzo dove vivevano i duchi.

Ma forse il segreto meglio custodito del parco è un rifugio antiaereo costruito durante la guerra civile spagnola (1936-1939), utilizzato dall'esercito del Fronte Popolare.

L'unico inconveniente di questo parco è che si trova lontano dal centro storico.

Per essere più precisi, il Parque del Capricho si trova nella parte orientale di Madrid, non lontano dall'aeroporto, quindi dovrai utilizzare i mezzi pubblici.

Ma non è affatto un problema, i trasporti pubblici a Madrid funzionano alla grande!

Informazioni importanti:

  • Entrata Libera
  • Non sono ammessi animali
  • Non è consentito mangiare nel parco
  • Le biciclette non possono accedere al parco


-Prezzo:
GRATUITO

-Stazione metro più vicina: El Capricho (linea 5)

-Orari di apertura del Parco del Capricho:
Il Parque del Capricho è aperto nei fine settimana e nei giorni festivi. Dal 1 ottobre al 31 marzo: sabato, domenica e festivi dalle 9:00 alle 18:30 / Dal 1 aprilest al 30 settembreth: sabato, domenica e festivi dalle 9:00 alle 21:00

-Indirizzo:
Paseo de la Alameda de Osuna 26-32


Il cottage

La storia di questo bellissimo parco, situato nel cuore di Madrid, risale al Medioevo. Quando i musulmani assediarono Madrid nel XII secolo, stabilirono il loro accampamento in questa zona della città, da qui il suo nome peculiare, «Campo del Moro» (Il campo della brughiera).

Quando Madrid divenne capitale della Spagna (1561), la famiglia reale spagnola si stabilì nel Palazzo Reale e fece della Casa de Campo il proprio terreno di caccia privato.

Il re Felipe II, uno dei re più importanti della storia della Spagna, ordinò addirittura nel XVI secolo di portare dall'Africa elefanti, dromedari, rinoceronti, leoni, struzzi, ecc. Questi animali vivevano nel parco e deliziavano l'alta società madrilena.

Nel XX secolo il parco ha cessato di appartenere alla famiglia reale. Di fronte a questa situazione, il governo di Madrid ha trasformato la Casa de Campo in un parco pubblico aperto a tutti i madrileni.

Se ti piace stare a contatto con la natura, non rimarrai deluso. Sono presenti decine di specie arboree diverse: pini, pioppi, querce, eriche, ecc., oltre a un buon numero di specie animali, come anatre, scoiattoli, gufi, volpi, ecc.

C'è anche uno stagno dove puoi pescare carpe. Importante! È consentita solo la pesca di ritorno.

Purtroppo una piccola rupe separa il palazzo dai giardini. Data questa situazione, i visitatori non possono accedere direttamente ai giardini dal palazzo. Si, sono d'accordo. È un vero peccato...

L'ingresso ai giardini si trova all'estremità ovest dei giardini (a circa 30 minuti a piedi dal Palazzo Reale). Naturalmente, i re e gli ospiti illustri non dovevano andare così lontano.

C'è un tunnel che collega direttamente il Palazzo Reale con i giardini. Attualmente, questo tunnel è inaccessibile ai turisti. Incrociate le dita che un giorno sarà possibile visitare questo tunnel 😊

-Prezzo: GRATUITO

-Stazione metro più vicina: Casa de Campo (linee 5 e 10)

-Indirizzo: Lungomare di Puerta del Ángel, 1

 

Parco Casa de Campo Madrid

 

Cosa fare a Madrid – Vedute del centro storico dalla Casa de Campo | Crediti immagine: Wikipedia CC

fiume madrileno

Anche se oggi può sembrare incredibile, non molti anni fa esisteva in questa parte della città una delle tangenziali più trafficate e congestionate della capitale.

Tuttavia, alla fine degli anni '20A l'amministrazione locale ha deciso di reindirizzare la tangenziale in sotterraneo e di trasformare l'area in un parco urbano con fontane, piste ciclabili, aree per bambini, ecc.

Il fiume Manzanares scorre parallelo al Madrid Río Park. Beh, forse stiamo un po' esagerando perché il fiume Manzanares è famoso per la sua bassa portata, quasi in secca tutto l'anno. Normalmente, noi madrileni facciamo battute sul ridicolo flusso del fiume

Se ti piace andare in bicicletta, Madrid Río è il posto ideale. Il parco ha diversi chilometri di piste ciclabili. Inoltre, il parco fa parte del cosiddetto «Cintura verde«, trenta chilometri di piste ciclabili che attraversano gran parte della Comunità di Madrid.

Da non perdere il ponte futuristico progettato da Perrault, diventato una delle icone della città.

-Stazione metro più vicina: Puerta del Ángel (linea 6), Marqués de Vadillo (linea 5)

-Orari di apertura: 24/7

 

Parco fluviale di Madrid

 

Que hacer hoy gratis en Madrid – Madrid Río y el popular Puente de la Arganduela, diseñado por Perrault | Créditos de la imagen: Wikipedia C.C.

Giardini Sabatini

Questi splendidi giardini sono l'ideale per fare una pausa e ricaricare le batterie dopo una lunga giornata trascorsa visitando la città. Inoltre, offre splendide viste sulla facciata nord del Palazzo Reale, soprattutto al tramonto. Senza dubbio è uno dei miei angoli preferiti della città in primavera.

Anticamente questo luogo era occupato dalle scuderie del Palazzo Reale, progettate nel XVIII secolo da Francesco Sabatini. Nel 1931 la Spagna divenne una Repubblica e il governo decise di espropriare il complesso del palazzo.

Così il governo ha demolito le vecchie stalle per costruire questi splendidi giardini. In omaggio, i giardini sono stati intitolati a Sabatini (l'architetto che nel '700 aveva costruito le antiche scuderie).

La parte centrale dei giardini è occupata da un laghetto circondato da un labirinto di siepi di forma geometrica.

I giardini sono anche splendidamente decorati con fontane e statue di diversi re legati alla monarchia spagnola.

Ognuna di queste statue in pietra calcarea ha più di 300 anni e originariamente era destinata a decorare il cornicione del Palazzo Reale, anche se non vi fu mai collocata.

Sei un appassionato di storia? Tra tutte le statue nei giardini, ce ne sono due particolarmente importanti: Isabella e Fernando (i Re Cattolici), fondatori del moderno Stato Spagnolo.

-Indirizzo: Strada del ballo 2

-Stazione metro più vicina: Opera (linee 2 e 5)

-Prezzo: Entrata Libera

-Orari di apertura dei Giardini Sabatini:

  • Ottobre-aprile: dal lunedì alla domenica dalle 9:00 alle 21:00
  • Maggio-settembre: dal lunedì alla domenica dalle 9:00 alle 22:00
giardini sabatini a madrid

 

Que hacer hoy gratis en Madrid – Jardines de Sabatini y el Palacio Real | Créditos de la imagen: Wikipedia C.C.

El Matadero (Il vecchio mattatoio di Madrid)

Madrid è stata una delle città pioniere in Europa nella trasformazione di vecchi siti industriali in zone culturali e spazi verdi. Un buon esempio di questo è "Il mattatoio«, il vecchio mattatoio di Madrid.

Per gran parte del XX secolo questo enorme complesso (48 edifici) ha ospitato il mattatoio comunale; qui gli animali venivano macellati, immagazzinati e distribuiti in tutta la città.

Questo enorme complesso industriale comprendeva locali di taglio, negozi, uffici, una cappella, alloggi per gli operai e persino una propria ferrovia che collegava i diversi edifici.

Alla fine del XX secolo, il governo di Madrid trasferì il mattatoio della città a mercamadridche è molto più moderno e situato alla periferia della città. Pertanto, l'enorme vecchio mattatoio è stato abbandonato.

Madrid è una città incentrata sulla cultura, quindi il governo locale ha deciso di effettuare una completa ristrutturazione del vecchio mattatoio e trasformarlo in un Centro d'Arte Contemporanea.

Insomma, dove prima si macellavano gli animali, ora ci sono mostre fotografiche, sfilate di moda, concerti e tutti i tipi di attività culturali (artisti locali, letteratura, design, urbanistica, ecc.). Senza dubbio, questo luogo è un'esperienza irrinunciabile per gli amanti dell'arte moderna.

-Indirizzo: Piazza Legazi, 8

-Stazione metro più vicina: Legazpi (linee 3 e 6)

-Ingresso libero: Tutti i giorni dalle 9:00 alle 22:00

 

Centro culturale del mattatoio

 

Que hacer hoy gratis en Madrid – Entrada al Centro Cultural El Matadero | Créditos de la imagen: Wikipedia C.C.

cambio della guardia

Il primo mercoledì di ogni mese, al Palazzo Reale, si svolge la meravigliosa cerimonia del Cambio della Guardia.

In totale, più di 400 soldati e guardie a cavallo, cannoni, carrozze, bande musicali, ecc. Hai intenzione di perdere l'opportunità di goderti questo meraviglioso evento?

Attualmente il Cambio della Guardia si tiene una volta al mese, ma durante il regno di Alfonso XII (19 ) questa cerimonia si svolgeva tutti i giorni. Senza dubbio, i re hanno preso molto sul serio il protocollo 😊

 

Dove avviene il cambio della guardia?

Questa cerimonia si svolge al Palazzo Reale (Plaza de Armas) alle 12:00 e dura circa 1 ora.

Durante la cerimonia vengono offerte interessanti spiegazioni sulla storia della Guardia Reale, le divise, le armi, ecc. Sfortunatamente, queste spiegazioni sono solo in spagnolo. Pertanto, se non parli spagnolo, non ha molto senso partecipare all'intera cerimonia.

In questo caso, ti consigliamo di assistere solo alla Parata della Guardia Reale, la nostra parte preferita della cerimonia. Se ti posizioni strategicamente poco dopo le 12:30 in Calle Bailén, avrai un posto in prima fila per assistere alla sfilata.

A proposito, alla fine della cerimonia, la Banda Musicale della Guardia Reale offre un concerto gratuito in cui suonano marce militari, canzoni popolari spagnole e persino colonne sonore di film come Star Wars, Accademia di polizia, ecc. 😂

-Indirizzo: Palazzo Reale

-Stazione metro più vicina: Opera (linee 2 e 5)

-Prezzo: Entrata Libera

-Programma: Primo mercoledì di ogni mese (tranne luglio, agosto e settembre e quando le condizioni meteorologiche ne impediscono lo svolgimento).

 

gratis cose da fare a Madrid Cambio della guardia

 

Cosa fare oggi gratis a Madrid – Cambio della guardia | Crediti immagine: Luis Kelly (Flickr) CC

Fondazione Canal (sale espositive)

Come ho detto prima, Madrid è una città pioniera nella conversione di edifici commerciali o industriali in spazi culturali, e il Fondazione Canale è un ottimo esempio.

Questo centro culturale è stato costruito nel 2004 grazie al Canal de Isabel II (società pubblica responsabile dell'approvvigionamento idrico pubblico e della raccolta delle acque reflue della città di Madrid), che ha convertito parte delle strutture di stoccaggio dell'acqua in un centro espositivo chiamato Fondazione Canale.

In realtà, la conversione di edifici industriali in spazi culturali è qualcosa di molto comune per Canal de Isabel II, che ha già diversi centri culturali e teatri in città.

Il complesso edilizio comprende un enorme serbatoio d'acqua (alto 40 metri) costruito nel 1939, uffici del dipartimento idrico e fognario di Madrid, spazi verdi, un auditorium e due sale espositive (Sala Castellana 214 E Stanza Mateo Inurria 2) dove si tengono tutti i tipi di mostre d'arte: fotografia, scultura, pittura, ecc.

Dal 2004, questo centro culturale ha ospitato numerose mostre. Alcuni dei più importanti sono stati l'Esercito di Terracotta (2005), Treasures of World Cultures (2009), Auschwitz (2018) o Game On, The History of Video Games (2019).

-Indirizzo: Paseo de la Castellana, 214

-Stazione metro più vicina: Plaza de Castilla (linee 1, 9 e 10)

-Prezzo: ingresso libero (alcune mostre sono a pagamento)

-Programma:

  • Sala Castellana 214: dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 21:00 / martedì dalle 10:00 alle 15:00 / venerdì, sabato e domenica dalle 10:00 alle 22:00
  • Sala Mateo Inurria 2: dal lunedì alla domenica dalle 11:00 alle 14:30 e dalle 15:30 alle 20:00 / mercoledì dalle 11:00 alle 15:30

Una passeggiata per La Latina

Pochi quartieri della città conservano lo spirito e l'essenza tradizionali di Madrid come La Latina.

Questo affascinante quartiere stupisce i turisti con i suoi pittoreschi edifici di media altezza (4-5 piani) con splendidi balconi, chiese barocche e piccoli teatri. Questa atmosfera tradizionale si chiama a Madrid «castizo«.

A causa del boom turistico della città negli ultimi 10 anni, i residenti di La Latina da una vita (per lo più anziani) si mescolano con turisti e giovani, che vengono a La Latina per una bella passeggiata o per bere un "canna» (birra) in uno dei tanti bar presenti in questa zona. A dire il vero, i bar sono uno dei migliori motivi per visitare questo quartiere di Madrid; La Latina è piena di piccoli bar, ristoranti, taverne tradizionali e bar con terrazza.

Alcuni dei nostri bar preferiti a La Latina sono «Giovanna pazza«, che prepara una delle migliori tortillas spagnole a Madrid e «Casa Amedeo«, molto apprezzata per le sue lumache al sugo.

La domenica e nei giorni festivi, La Latina ospita il popolare Mercato di la traccia (uno dei più grandi mercati in Europa). Dalle 9 del mattino fino alle 5 di sera circa, le strade del quartiere sono invase da gente del posto e turisti in cerca di affari.

-Stazione metro più vicina: La Latina (linea 5)

-Fare? Passeggia per le sue strade pittoresche, goditi l'atmosfera locale e mangia «berretti«. Due dei luoghi più visitati del quartiere sono il Mercado de Abastos de Cebada e la Chiesa di San Francisco el Grande.

 

Stazione ferroviaria di Atocha e giardino tropicale

Posso tranquillamente affermare che Madrid ha una delle stazioni ferroviarie più incredibili d'Europa.

Adoro viaggiare in treno e, fin da piccola, la stazione di Atocha è sempre stata uno dei miei posti preferiti a Madrid; Mi piace vedere i passeggeri con le loro valigie, gli annunci al pubblico, l'odore del caffè delle mense o gli schermi che indicano gli orari dei treni.

La stazione Atocha di Madrid è composta da 5 zone collegate tra loro:

  • La vecchia stazione ferroviaria del XIX secolo
  • Lui Dintorni andenes (treni pendolari)
  • Il nuovo terminal dei treni
  • un ampio salone
  • una stazione della metropolitana

Ciò rende la stazione di Atocha il più grande nodo ferroviario della Spagna, con oltre 100 milioni di passeggeri all'anno!

In particolare, vorrei parlare della mia zona preferita di Atocha, la vecchia stazione ferroviaria del XIX secolo.

Stazione ferroviaria originale di Atocha del XIX secolo

Quando il governo spagnolo ha inaugurato il nuovo terminal ferroviario, la vecchia stazione ferroviaria è stata completamente abbandonata.

Invece di demolirlo, il governo ha deciso di preservare la spettacolare struttura in ferro, mattoni e ceramica e progettare uno spettacolare giardino tropicale (4.000 metri quadrati) ricco di piante e alberi provenienti da diverse parti del mondo (America, Asia e Australia).

Il clima estremo di Madrid (poche precipitazioni, inverni freddi ed estati molto calde) non è il massimo per queste specie tropicali. Per questo motivo è stato installato un complesso sistema di irrigatori d'acqua per aumentare l'umidità e abbassare le temperature durante il caldo soporifero delle estati madrilene.

Ti piacerà sicuramente questo posto a Madrid. In tutto il giardino tropicale troverai panchine per viaggiatori e visitatori, negozi, caffè e ristoranti.

-Indirizzo: Rotonda di Carlos V s/n (metro Atocha Renfe)

-Orari di apertura:dalle 5:30 alle 22:20

 

Cose gratuite da fare alla stazione ferroviaria di Madrid Atocha
Cosa fare oggi a Madrid gratis – Stazione Atocha (Giardino Botanico) 
 
panino ai calamari

Poche cose sono tipiche di Madrid quanto una deliziosa panino ai calamari o panino con calamari fritti. In tutta la città, in lungo e in largo, troverai indicazioni per l'offerta di bar panini con calamarima i migliori sono senza dubbio nelle vicinanze del Piazza principale. In particolare, vi consigliamo tre bar dove gustare un autentico panino ai calamari:

  • L'ideale: Calle Buttoneras, 4
  • La Campana: Calle Buttoneras, 6
  • Casa Rúa: Via Ciudad Rodrigo, 3


-Prezzo:
Il prezzo di un panino con i calamari è di circa 3 euro, un prezzo ragionevole per qualcosa nel centro della città. È proprio il suo prezzo accessibile ad attrarre le centinaia di clienti che ogni giorno fanno la fila.

 

Cose gratis da fare a Madrid Squid Sandwich

 

Cose gratis da fare a Madrid – Un panino con i calamari può sembrare strano, ma è davvero delizioso 

Ora non hai più scuse per goderti Madrid, qualunque sia il tuo budget.

Se siete interessati Cosa fare oggi a Barcellona gratuitamente puoi controllare questo link.

Quanto hai trovato utile questo contenuto?

Clicca su una stella per valutarla!

media del punteggio 0 / 5. Conteggio dei voti: 0

Finora, nessun voto! Sii il primo a valutare questo contenuto.

Mi dispiace che questo contenuto non ti sia stato utile!

Mi permetta di migliorare questo contenuto!

Dimmi, come posso migliorare questo contenuto?

5 commenti su “Que hacer hoy en Madrid gratis – 2023”

    • Sí, yo lo hice y definitivamente vale la pena. La visita virtual del Museo Thyssen Bornemisza te sumerge en la belleza de las obras de arte desde la comodidad de tu hogar. ¡No te lo pierdas!

      Rispondi
    • ¡Buena suerte en tu viaje a Madrid! No te olvides de explorar más allá de las recomendaciones, ¡la verdadera magia de una ciudad se encuentra en sus rincones menos conocidos! ¡Disfruta de tu aventura!

      Rispondi

Deja un comentario